San-francesco di Paola

San Francesco di Paola

La sua festa si celebra il 2 aprile, giorno della sua nascita al Cielo. Tuttavia, non potendosi spesso celebrare come festa liturgica perché quasi sempre ricorre in Quaresima, la si festeggia ogni anno a Paola nell’anniversario della sua canonizzazione, che avvenne il 1º maggio del 1519. La notizia, però, arrivò a Paola tre giorni dopo; per questo i festeggiamenti si tengono dall’1 al 4 maggio.

Francesco nacque a Paola (Cosenza) nel 1416 da genitori in età avanzata con una forte fede religiosa e particolarmente devoti di san Francesco d’Assisi, che proprio all’intercessione del santo chiesero la grazia di un figlio. Accolto nel convento francescano di San Marco Argentano (Cosenza), dopo un anno di prova il giovane lasciò il convento e proseguì la sua ricerca vocazionale con viaggi e pellegrinaggi, scegliendo infine la vita eremitica e si ritirò a Paola in un territorio di proprietà della famiglia, vivendo inizialmente in una grotta. Ben presto iniziarono ad affluire al suo eremo molte persone desiderose di porsi sotto la sua guida spirituale.

Chiesa e convento di San Francesco di Paola a Cosenza

SONY DSC

Con i suoi, costruì una cappella e tre dormitori, decretando  la nascita della congregazione eremitica paolana, detta Ordine dei Minimi, e prescrivendo ai suoi discepoli di vivere di elemosine, senza possedere nulla di proprio né mai toccare denaro, e di mangiare sempre soltanto cibi quaresimali.

È il patrono principale della Calabria, dov’è venerato in innumerevoli santuari e chiese.

Guadagnatosi la fama di grande taumaturgo, Francesco fu chiamato alla corte del re di Francia Luigi XI e su ordine di papa Sisto accettò l’invito ad Amboise. Nei 25 anni che restò in Francia egli rimase un uomo di Dio, un riformatore della vita religiosa. Dopo aver trascorso gli ultimi anni in serena solitudine, morì in Francia a Plessis-les-Tours il 2 aprile 1507. Approssimandosi la sua fine, chiamò a sé i suoi confratelli sul letto di morte, esortandoli alla carità vicendevole e al mantenimento dell’austerità nella regola.

Attualmente, parte delle sue reliquie si trovano presso il Santuario di San Francesco di Paola, meta di pellegrini, provenienti da tutto il mondo.

Cosenza Turismo

Tutte le informazioni per organizzare la tua visita in città, arte, cultura, eventi, enogastronomia e accoglienza.

info@cosenzaturismo.it
tel. +39 328 1754422
lun/dom 10am - 1 pm / 4pm - 8 pm

Newsletter Cosenza Turismo

Iscriviti per ricevere gli aggiornamenti su tutte le nostre attività

Copyright 2012 - Città di Cosenza

scroll to top